Famose in tutta la Toscana, forse un po’ meno nel resto d’Italia, oggi vi raccontiamo delle Spiagge Bianche di Rosignano Solvey in provincia di Livorno.

I Caraibi: acqua turchese e sabbia chiarissima a due passi dalla città, si trovano all’estremo lembo settentrionale della costa della Maremma.

Certo, non è tutto così naturale! Il colore dell’acqua intendiamo..

E’ risaputo che scendendo verso sud le spiagge toscane regalino acque sempre più cristalline, ma queste sono così particolari per un “piccolissimo” intervento dell’uomo. L’insolito colore della sabbia, che fa sì che l’acqua risulti turchese, è infatti conseguenza di anni di scarichi e lavorazione di carbonato di calcio degli impianti Solvey a circa 1 km dalla costa.

Nonostante negli anni ci siano state revoche di balneazione e varie polemiche da parte dei turisti, giunti proprio per fare il bagno e  le foto a questo particolare tratto di mare, tutt’oggi l’accesso a questo paradiso pseudo-artificiale rimane libero e gratuito!

COME ARRIVARE

Piccoli sentieri tra la bassa e brulla vegetazione costiera si snodano dai parcheggi vicino alla strada. Giunti nella città di Vada non è difficile trovare uno di questi punti di accesso, basta seguire il flusso delle auto cariche di ombrelloni o chiedere ai residenti.

Anche noi ci siamo fatti consigliare e Mauro, che abita da sempre a Vada, oltre ad indicarci un ottimo parcheggio (a pagamento, ma 8€ per l’intera giornata non ci è sembrato così male ed è anche attrezzato con piazzola bar e comodo accesso alla spiaggia) ci ha raccontato che d’estate c’è un gran via vai, ma finita la stagione tutto torna tranquillo rimangono solo “quelli con le vele” che approfittano del vento che si alza soprattutto nel pomeriggio per fare un po’ di kitesurf.

La popolarità di questo luogo è cresciuta negli anni, e tanti si ricordano quando nel 2003 per l’ormai annuale “sangriata” del Rugby Rosignano si riversarono sulla spiaggia quasi 25.000 persone.

Oggi la spiaggia è molto frequentata, soprattutto nel mese di Agosto, ed è consigliabile arrivare presto per parcheggiare più vicino ai viottoli che portano alla spiaggia, che è libera e gratuita tranne una piccola parte attrezzata ( a pagamento, ma con servizi igienici e bar) e il tratto riservato alla scuola di Kitesurf.

Ci teniamo a sottolineare però  che questa spiaggia non è proprio adatta per gli amanti del silenzio e delle pennichelle in riva al mare, a causa del continuo via vai dei venditori ambulanti che, attrezzati con carretti cingolati, diffondono a tutto volume i tormentoni estivi del momento.

La nostra giornata alle Spiagge Bianche è stata veramente grandiosa! Dopo aver allestito il nostro “campo base” abbiamo trascorso quasi tutta la giornata in acqua e a far foto e video. Senza ombra di dubbio la trovata migliore è stato portare il materassino a due piazze che abbiamo usato come “tavola da surf gigante” nel pomeriggio quando si è alzato il vento. Inutile dire che è stato divertentissimo e dopo rocambolesche cadute e goffi tentativi di tuffo sincronizzato a fine giornata eravamo distrutti!

Che dire di più..

Vi consigliamo almeno una volta di passare da questo posto e farvi un tuffo, e se guardate verso il mare, distogliendo lo sguardo dalla fabbrica “stile Simpson” che sorge in lontananza alle vostre spalle, potrete illudervi anche solo per un momento di essere ai Caraibi ..a due passi da casa!