Sin da bambini, nati e cresciuti in Versilia, ogni anno per noi il mese di febbraio vuol dire solo una cosa: CARNEVALE!

Non importa la maschera, basta solo divertirsi. E quale miglior luogo per festeggiare in allegria se non la passeggiata a mare di Viareggio. Dal 1873, il Carnevale di Viareggio, è uno degli spettacoli folkloristici più attesi nella nostra zona. Conosciuto anche all’estero, rappresenta un momento dell’anno in cui la città costiera si trasforma e si veste di colori. Famosa per i cantieri navali, la passeggiata a mare e la stagione estiva, Viareggio e in particolare la Cittadella del Carnevale (museo della carta pesta, composta da immensi hangar ove gli artisti creano e producono i carri), sono la culla in cui da ormai oltre 100 anni, nascono opere allegoriche spettacolari. Il Carnevale nacque grazie ad alcuni ragazzi della Viareggio bene, che nel lontano 1873, decisero di organizzare una mascherata collettiva per il giorno di martedì grasso, in Via Regia. Nei primi anni del ‘900 l’evento aveva già raggiunto la passeggiata a mare, dando spazio a creazioni allegoriche di medie dimensioni costruite da artisti locali. L’anno decisivo per lo sviluppo e la miglioria dei carri, fu il 1925, anno in cui venne introdotta la tecnica della carta pesta. Si tratta di un processo di sminuzzamento della carta all’interno di colla, acqua e farina, che una volta applicata su intelaiature in metallo, si secca e può essere pitturata o decorata in mille modi. A tutt’oggi le tecniche sono mutate e negli anni sono stati concessi l’utilizzo di materiali alternativi, come il polistirolo, la stoffa… ma sempre fedeli alla carta pesta! Oggi i carri che attraversano la passeggiata a mare hanno raggiunto dimensioni immense: rappresentano la satira politica-religiosa, i problemi della società moderna, cantanti, animali e per 4 settimane, è concesso travestirsi e diventare chiunque si voglia. Questo anno i corsi si svolgono a settimane alterne, rispettivamente di sabato o domenica; mentre le feste rionali e i veglioni dal venerdì alla domenica dall’ora di cena in poi. Quartiere Marco Polo e la Darsena, sono per questo anno i luoghi scelti per festeggiare i “dopo corsi”, ossia i RIONI: finanziati dai residenti sono momenti in cui assaporare la buona cucina locale (tortelli, pasta fritta, fritto di mare…) e per non smettere di divertirsi. Musica fino a mezzanotte, danze per le strade di quartiere, spettacoli per bambini e adulti; una maniera per salutare persone che non vedi da tempo e magari stenti a riconoscere poiché mascherate! È uno spettacolo che merita di essere visto almeno una volta, soprattutto se non si è cresciuti in Versilia. Vedere per la prima volta questi immensi carri e l’intera passeggia a mare colorata a festa riempie il cuore di gioia. I bambini sono i protagonisti indiscussi, per la gioia che compare sui loro volti, alle volte mista a sorpresa nel vedere magari un cartone animato da loro tanto amato, ma alto oltre 5 metri! Da anni partecipiamo attivamente a questo evento, poiché per noi è diventata tradizione, e per un mese rallegra la città costiera di Viareggio. Si può vivere l’atmosfera anche solo passeggiando durante la settimana per le vie limitrofe il mercato, ove risuonano le più famose canzoni carnevalesche. Si può chiedere a chiunque per strade, se si cercano informazioni, che ogni residente sa dirti dove trovare le famose “chiacchiere fritte” di Carnevale: pasta fritta dolce, zuccherata e ricoperta a piacere di cioccolata! Il Carnevale per questa città è il momento dell’anno più atteso, forse ancor più delle feste natalizie. Qui nasci e cresci con le musiche della Canzonetta dialettale e la gioia viene trasmessa a tutti i curiosi che per la prima volta giungono qua.Oggi il Carnevale di Viareggio è ancora più protagonista. Ogni anno il giorno di Martedì Grasso torna in diretta televisiva su Rai Tre, per arrivare sugli schermi di tutta Italia con la spettacolare allegria dei suoi carri allegorici. Ogni anno, una parata di ospiti illustri, di politici, di personaggi dello sport e dello spettacolo, è venuta e viene a Viareggio per ammirare la propria rappresentazione in cartapesta.

Vi invitiamo calorosamente a Viareggio in questo periodo dell’anno, un po’ per curiosità e un po’ per tornare bambini, a meravigliarsi con il naso all’insù sotto le immense opere d’arte in carta pesta!